Post più popolari

Seguire tramite E-mail

giovedì 19 maggio 2011

i

!ATTENZIONE!

Una dieta di solo pesce è assolutamente sbilanciata. Non solo manca di molti minerali, ma può provocare una carenza di vitamina E. Se avete cura di includere fegato, farina d'ossa,olio di mais e sale iodato nelle ricette di pesce, potete correggere questa situazione.

Baccalà, merluzzetto, passera di mare, persico, sono pesci magri. Si possono usare per gatti in dieta dimagrante perchè sono assai più magri della carne più magra. Il pesce magro non deve costituire più del 70% della dieta di un gatto, in modo da consentire l'aggiunta di vitamine essenziali di altri alimenti.

Il pesce è ricco di fluorina, iodina e zinco. Molti pesci contengono un enzima che riduce la capacità di assorbire la tiamina una vitamina che è essenziale al normale metabolismo e alle funzioni nervose. Questo enzima, la tiaminasi,viene distrutto dal processo di cottura. Quindi è una buona idea cucinare TUTTO il pesce prima di servirlo.

PINNE

Gamberetti Boogaloo

Ingredienti:


  • Mezza tazza di cipolla tritata;

  • Un cucchiaio di margarina;

  • Un etto abbondante di gamberetti cotti e sgusciati;

  • Un quarto di tazza di panna acida;

  • Mezzo cucchiaino di sale iodato;

  • Un cucchiaino di lievito di birra;

  • Due terzi di tazza di riso bollito.

Procedimento:



  • Tritare finemente la cipolla e farla imbiondire nella margarina.

  • Aggiungere i gamberetti alla cipolla e mescolare bene.

  • Togliere dal fuoco e mescolare alla panna acida, al sale e al lievito di birra.

  • Quando è freddo mescolare al riso bollito e servire.

Da due a tre pasti: mettere le porzioni avanzate in un contenitore a chiusura ermetica e conservare in frigorifero.

sabato 6 novembre 2010

Scusatemi ma mi sa che mi prenderò qualche giornata libera per dare il via al mio nuovo blog, dategli pure un' occhiata, ma non sorprendetevi se ci sono pochi post, come ho già detto è appena iniziato!!!

venerdì 5 novembre 2010

IL GATTO DEL GIORNO

TONTON GASTON
Il dì si chiude, la luce declina
è giunto il momento di andare in cucina
e poichè dei topi non c' è da fidarsi
-si muovono troppo oppure son scarsi-
è bene dei cuochi apprender la scienza
e senza indugio far qualche esperienza
all' opra si mette con forno e fornelli
e un topo di pasta, di pane e piselli
secchi prepara, poi come pietanza
un fritto di bacon secondo l' usanza
*****************************************
Pranzo di compleanno di Tonton Gaston
Dadini di gelatina di brodo ristretto di pollo
Uovo strapazzato al formaggio
Polpettine di manzo e lingua salmistrata
Come dessert,
salmone affumicato
o grave-laks norvegese
Dopo il pranzo,
latte tiepido

PINNE

"MIAOSHI" SUSHI

INGREDIENTI

Un terzo di tazza di riso crudo

Due terzi di tazza di brodo di pollo

Un cucchiaino di olio di mais

Un terzo di tazza di carota grattugiata

Due etti circa di tonno in scatola, sgocciolato e spezzettato

Un cucchiaino di lievito di birra

PASSAGGI

  • Cuocere il riso nel brodo con l' olio di mais
  • Dopo circa un quarto d' ora, ma PRIMA che il liquido sia completamente assorbito, aggiungere la carota grattugiata.
  • Quando il liquido è assorbito, mettere da parte e lasciare raffreddare.
  • Mescolare il tonno spezzettato e servire cosparso di lievito di birra.

Mettere le porzioni avanzate in un contenitore a chiusura ermetica e tenere in frigo.

martedì 2 novembre 2010

GATTO/ITALIANO

AGGRESSIONE
attacco a volte brutale che provoca danni all' integrità fisica o pschica di un individuo
  • LA SITUAZIONE TIPO: il gatto, rinchiuso in un piccolo appartamento, inattivo, nutrito una sola volta al giorno, è tormentato dai bambini.
  • A COSA PENSA IL GATTO: -Come mantenere il sangue freddo, quando vivi in questo modo-

Il CoNsIgLiO dEl MeDiCo VeTeRiNaRiO

Per gli animali, l' aggressione è una componente normale del comportamento. Armato di unghie e di zanne, il gatto è un combattente che non ha rivali. Le sue aggressioni sono terribili ma rare. Hanno luogo quando sono fallite tutte la altre strategie. Di norma l' aggressione si svolge in tre tempi: la minaccia, l' aggressione con morsi e graffi, la fine delle ostilità quando uno dei combattenti fugge. In effetti, diversamente dal cane, il gatto non ha una posizion di sottomissione in grado di inibire l' aggressività del suo avversario. Quando si corica sulla schiena, lo fa per attaccare meglio. Le cattive condizioni in cui è cresciuto (separazione precoce dalla madre, difficoltà di socializzazione, assenza di controllo dei graffi e dei morsi...) e condizioni di vita insoddisfacenti (sovrappopolazione, mancanza di spazio, assenza di attività...) possono favorire la comparsa di comportamenti aggressivi nel gatto.